PRESSOTERAPIA

LA pressoterapia è un trattamento medico ed estetico che migliora il funzionamento del sistema circolatorio e del sistema linfatico nella persona che vi si sottopone. Il termine stesso di “pressoterapia” lascia intuire il metodo attraverso il quale tale trattamento viene applicato, dal tuo medico o dal centro estetico prescelto, sulla donna.

Tale trattamento consiste infatti nell’esercizio di una pressione esterna sulla zona trattata, tramite una apparecchiatura specificamente progettata per tale compito. Solitamente, l’oggetto del trattamento sono gliarti, gambe o braccia che siano, ma anche zona addominale è molto spesso trattata su richiesta del cliente.

LINFODRENAGGIO

Il Linfodrenaggio manuale secondo il Dr. Vodder rappresenta la terapia d’elezione nell’approccio fisioterapico di Linfedemi primari e secondari, ma notevoli sono le indicazioni in cui il LDM può essere inserito come terapia associata/complementare a quella fisioterapica e/o farmacologica al fine di favorire una più rapida risoluzione della patologia o ridurne i sintomi correlati. Sempre maggiori sono le richieste di utilzzo di questa tecnica in particolare in caso di:

INSUFFICIENZE VENOSE, DISTURBI CIRCOLATORI, INFIAMMAZIONI DELLE VIE RESPIRATORIE

E’ indicato anche post intervento chirurgico plastico o estetico (liposuzione, lifting, blefaroplastica, rinoplastica, cheloidi, innesti e trapianti di cute,dermatiti ed eczemi.

RSQ1

Un nuovo campo di applicazione del dispositivo RSQ1 è quello estetico e della definizione muscolare.

Sfruttando un’innovativa forma di elettricità, RSQ1 permette di allungare, definire le forme del nostro corpo, migliorando tonicità e modellamento delle zone più difficili da allenare, come glutei, addominali, pettorali, interno coscia e tricipiti.

L’elettrostimolazione produce un apprezzabile miglioramento estetico perché il miglioramento della microcircolazione sanguigna e del drenaggio linfatico, che si verificano dopo aver fatto uso di questa tecnica, sono paragonabili a quelli prodotti da un allenamento aerobico.

Il muscolo è un tessuto metabolicamente attivo, per cui un aumento del tono muscolare mediante sollecitazione elettrica comporta un parallelo aumento del metabolismo basale.

Studi in proposito hanno dimostrato che tale lipolisi si verifica soprattutto in prossimità della regione maggiormente colpita dalla stimolazione, in quanto il muscolo, in fase di recupero, preleva energia dall’adipe del tessuto sottocutaneo, favorendo così il fatidico dimagrimento localizzato.

Inoltre, l’elettrostimolatore, agendo su determinati gruppi muscolari, offre la possibilità di selezionare le zone da modellare, permettendo così di scegliere, entro certi limiti, il profilo estetico desiderato.

Le sedute di elettrostimolazione devono comunque essere accompagnate da uno stile alimentare sano ed adeguato allo stile di vita della persona.

RSQ1 si differenzia dai normali elettrostimolatori per la sua particolare corrente che permette di esaltare i benefici della stimolazione elettrica.

RSQ1 infatti con sole 10 sedute della durata di 30 minuti ciascuna, rafforza la muscolatura, la definisce e scolpisce quei gruppi muscolari che vengono trattati simultaneamente con il dispositivo e specifici movimenti svolti dal paziente.

Il sistema RSQ1, di doppia stimolazione, elettrica e di movimento, accelera così il modellamento della muscolatura, arrivando a sostituire, con 10 sedute,il lavoro che in palestra o con altra attività, richiederebbe settimane di fatica.

ANALISI CORPOREA

Nei metodi: Impedenza bioelettrica (BIA) e Plicometria

RADIOFREQUENZA

La radiofrequenza è una metodica non invasiva e non dolorosa che contrasta efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo e consente di ottenere un duraturo miglioramento della qualità della pelle del corpo e del viso, attenuando con una certa stabilità i principali inestetismi che la riguardano come le rughe o le lassità. Viene applicata anche per trattare in maniera efficace gli inestetismi della pelle cauati dalla cellulite.

L’utilizzo della radiofrequenza in campo estetico rappresenta una grande opportunità per l’operatore estetico qualificato: è in costante aumento infatti la richiesta di trattamenti di ringiovanimento cutaneo soprattutto della zona del viso, del collo e del decoltè e dell’addome, assicura grandi risultati nella tonificazione tessutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento

FIBROLISI

Eliminazione delle aderenze tipiche date dalle cicatrici tessutali.

La fibrolisi diacutanea è una metodica utilizzata in ortopedia, fisiatria, medicina sportiva e fisioterapia. Si rivela utile nel trattamento di tessuti molli e le fibrosi para e periarticolari (ad esempio spalla gomito) nelle aderenze post-traumatiche e post infiammatorie in cui sia presente dolore e limitazione funzionale.

ONDE D’URTO RADIALI E RUGHE

Onde d’urto e rughe

La pelle inizia a invecchiare già a partire dai 25 anni e man mano che trascorrono gli anni il tono del tessuto adiposo diminuisce.

Gli effetti di questo processo di invecchiamento sono più evidenti sul viso a causa della formazione delle rughe.

Uno dei trattamenti che può apportare beneficio al nostro viso, per eliminare le rughe migliorando l’elasticità e il tono della pelle, sono le onde d’urto, abbinabili al termine dell’iter con altri trattamenti estetici.

Durata del trattamento di onde d’urto per le rughe

ONDE D’URTO RADIALI PER SCONFIGGERE LA CELLLULITE

Ringiovanire con le onde d’urto Radiali

È questa l’ultima novità nel campo della medicina estetica. Parliamo di un trattamento completo in grado di contrastare cellulite e piccoli accumuli di grasso, ma anche e soprattutto di restituire alla pelle un tono più giovane. Un trattamento che praticamente non ha controindicazioni e i cui risultati sono visibili fin da subito.

 

Già utilizzate per combattere i calcoli nelle vie urinarie e conosciute per la loro capacità di contrastare i piccoli accumuli di grasso, le onde d’urto hanno trovato un ampio utilizzo nel ringiovanimento della pelle grazie alla capacità di rigenerazione cellulare che sono in grado di attivare. «Agendo direttamente sul metabolismo cellulare infatti hanno un effetto rigenerativo importante . Questo sia quando si tratta di intervenire su cellulite e piccoli accumuli di grasso, sia quando si vuole restituire alla pelle una maggiore tonicità. Si ottiene così un effetto antiage.Rispetto a trattamenti simili, le onde d’urto Radiali hanno il vantaggio di non essere invasive, azzerando praticamente la comparsa di eventuali effetti collaterali. Ma soprattutto sono applicabili su quasi tutto il corpo, volto compreso, portando a risultati che sono visibili fin da subito».

 

Il trattamento si basa sull’utilizzo di un manipolo che veicola queste onde. «Utilizziamo le onde planari quando si tratta di intervenire sui cuscinetti di grasso e sulla cellulite; le onde radiali sono invece specifiche per tonificare: dall’interno coscia all’addome, dalle braccia fino al viso. L’intensità viene modulata a seconda della situazione e del risultato che si vuole ottenere. In ogni caso il trattamento è indolore, al di là del fastidio della vibrazione che la paziente può percepire, può comparire al termine del trattamento un leggero rossore destinato a scomparire nell’arco di pochissimo tempo.

 

Infatti anche i tempi vengono accorciati. «Una situazione non eccessivamente grave con piccole concentrazioni grasso o delle lievi lassità della pelle può arrivare a richiedere tra le quattro e le sei sedute, da fare a distanza di una settimana l’una dall’altra. Non così per altri trattamenti che richiedono una costanza maggiore e un impegno, anche economico, più elevato. Ovviamente, situazioni più compromesse necessitano più sedute e quindi un periodo più lungo di trattamento». Per una seduta, la cui durata è di circa 20-30 minuti, il costo parte dai 100 euro.